Press "Enter" to skip to content

Formazione nei Cae come strumento di sistema

Fabio Ghelfi, Responsabile delle Politiche Europee in Cgil Lombardia

Discutere la formazione per fare sindacato nei Comitati Aziendali Europei (Cae) ci porta immediatamente a riflettere nella maniera per cui la formazione può essere uno strumento di sistema per perseguire gli obiettivi dell’organizzazione.

Quello dei CAE è un ambito tra quelli in cui particolarmente adatto è considerare i tre angoli della formazione necessaria a rafforzare e rendere efficace la capacità di intervento. Mi riferisco al fatto che serve una formazione costante, basata su una logica di apprendimento continuato. L’offerta formativa intrecciata a quella di apprendimento deve permettere di sviluppare un forte bagaglio cognitivo, una efficace base di competenze operative e attitudinali e, non da meno, un riflessione proattiva che aiuti lo sviluppo di una visione, di un pensiero strategico.

Questo per i CAE è importante perché per una organizzazione sindacale nazionale confederale, strutturata in tutti i settori, aumentare il numero di attivisti e attiviste preparati e motivati a sviluppare azione sindacale su scala transnazionale rappresenta un elemento determinante per lo sviluppo della strategia a venire.

L’offerta formativa che viene dalle istanze sindacali europee è in questo senso determinante. Etui con la formazione online sui CAE crea le condizioni per una solida base di conoscenza rivolta ad una vasta platea di attivisti. In questo modo resta alle organizzazioni sindacali l’opportunità di operare al meglio in modo complementare, intrecciando i percorsi formativi europei e le esperienze a livello nazionale.
Questo ci permette di riflettere sulla formazione come un elemento di un processo allargato, che diventi comunità di pratica e di sperimentazione. La continuità che segua l’esperienza formativa può essere portata a diventare vettore per azioni sperimentali basate sulle conoscenze che si acquisiscono e ai collettivi che si attivano grazie anche a quanto appreso insieme.

Nei CAE i processi organizzativi e partecipativi passano da una determinante capacità di lavorare a distanza, per mantenere coesione nei gruppi e per pianificare le strategie nel confronto con il management. Più in generale, l’approccio alla azione sindacale nei CAE rende necessaria una capacità di azione sistemica che chiama in causa molteplici attori nelle diverse strutture sindacali. La strategia per sfruttare al meglio il potenziale dei CAE per l’azione sindacale richiede un lavoro su diversi profili: i delegati CAE, i coordinatori europei sindacali dei CAE, gli esperti CAE.

Un approccio formativo potrebbe intraprendere tre filoni: una preparazione base uguale per tutti a partire dalle possibilità su larga scala disponibili anche grazie alla offerta formativa di ETUI, la definizione modulare di formazione specifica per i tre profili, la formazione politico-tecnica per lo sviluppo di azione sindacale a distanza basata sulle reti CAE nel solco di una strategie per un sindacalismo europeo di offensiva sociale.


Altri articoli su Cae/Formazione

Be First to Comment

Lascia un commento