Press "Enter" to skip to content

Come è il durante e il dopo #CoronaVirus per l’attività dei CAE

di Gabriele Guglielmi, Coordinatore Filcams CGIL per le politiche internazionali

Il 20 febbraio 2020 abbiamo deciso di rinviare il corso d’aula per componenti dei Comitati Aziendali Europei in programma per i giorni 26 e 27 febbraio. Oggi sembra una decisione scontata, allora non lo era.

In meno di un mese è cambiato il mondo.

Con Francesca Mandato, Responsabile del Dipartimento Formazione e Ricerca della Filcams, avevamo messo in piedi un qualificatissimo parterre di formatori e relatori: Fabio Ghelfi CGIL Lombardia ed esperto di CAE oltre che formatore, fino a Ilaria Costantini ETUI – Education officer, passando per Giancarlo Pelucchi, Responsabile Formazione Sindacale, Cgil nazionale.

Metà dei partecipanti provenivano dalla Lombardia

Sarebbe stato il quarto di una serie di corsi d’aula sperimentali che hanno messo insieme delegati e delegate CAE di svariati settori dell’industria e dei servizi “… e quand’è che potremo farlo? Quando è in calendario il prossimo corso?” Queste le domande alle quali non possiamo rispondere. Ce le pongono specialmente coloro che abbiamo riunito in un gruppo Whatsapp; di questi sono molti coloro che #IoLavoroInCassaEvoglioProtezioni  ma anche i #NonEssenziali del #IoRestoAcasa e che stanno cercando, almeno on-line, di trovare informazioni, esperienze … da utilizzare durante e nel post-Coronavirus anche per svolgere meglio il ruolo di componete CAE.

Quei quattro corsi erano sperimentali e la sperimentazione non stava solo nel fatto di mettere insieme (senza distanza sociale) nella medesima aula il metalmeccanico, la cassiera e il commesso. La sperimentazione è stata anche quella di testare alcuni strumenti digitali e come gli stessi potevano essere meglio utilizzati, da tutti.

Ecco che questa parte della sperimentazione è diventata quanto mai attuale durante la “quarantena”.

Uno dei corsi precedenti si era concluso con “il programma arricchito di link collegati a prodotti multimediali costruiti nei corsi precedenti e messi così a disposizione di tutti” e ora trasferito digitalmente in una pagina del Blog di OpenCorporation specificamente dedicata alla formazione dei Cae.

Alla pagina trovate, dunque, l’agenda di un corso di formazione già svolto affinché coloro che sono in quarantena possano continuare, o partecipare ex novo, al corso in “lavoro-agile”  … non sarà come essere in aula ma è sicuramente meglio dell’aspettare in casa che passi il #CoronaVirus.

Ma non fermiamoci qui. Lo “smart-work” ce lo siamo dovuti sudare nelle trattative azienda per azienda e oggi sono le aziende a chiederlo.

Per fronteggiare la crisi è stato creato per legge un “istituto giuridico-negoziale” del tutto nuovo: l’accordo negoziato e sottoscritto in “via telematica”

Nelle raccomandazioni per i CAE durante l’emergenza #Covid_19 le ETUFs affermano:

 “Le federazioni sindacali europee hanno sempre sostenuto che gli incontri dei CAE/SE-CA devono avvenire faccia a faccia. Tuttavia, gli incontri fisici devono essere proibiti in base alle attuali circostanze, per proteggere la salute reciproca e fermare la diffusione del virus. Pertanto, le federazioni sindacali europee raccomandano l’uso di incontri online, previo accordo su specifiche condizioni da entrambe le parti.”

“in videoconferenza, DOPO aver determinato le regole sull’utilizzo eccezionale di tali riunioni online”

Anche queste sono alcune delle novità con le quali l’emergenza #Covid_19 ci fa fare i conti.

In questa emergenza abbiamo tutti compreso quanto valore abbia il “fattore tempo”, apriamo immediatamente un confronto su come è il durante e il dopo #CoronaVirus per l’attività dei CAE e per la Formazione, anche a distanza, dei componenti.

Comments are closed.